KOI ZERO, di Sebastiano Basile, il primo film di fantascienza della Calabria al Festival “Poeti della Terra”

Teatro comunale di Aiello Calabro, 12 luglio 2022, ore 21.
Ingresso Gratuito
Info e prenotazioni info@ba17.it  3286574056 / 3313607820
Qualcosa sul film, dalla Pagina FB di KOI ZERO

L’esperimento sociale di Sebastiano Basile dà vita al primo film di fantascienza ambientato in Calabria.
“KOI ZERO” è il primo film di fantascienza interamente ambientato in Calabria del regista ed esperto di effetti speciali Sebastiano Basile.
Si tratta di un’opera realizzata interamente con effetti digitali e in green screen, una vera e propria epopea che il creativo lametino è riuscito a mettere in campo con la volontà precisa di utilizzare le “persone” per condividere contenuti critici precisi sull’attualità, proiettandoli nel metaverso di una normalità in cui forse siamo già immersi senza rendercene conto.
L’operazione ha spunti critici di notevole interesse e l’istrionico Basile mette al centro della narrazione se stesso come creatore di questo mondo e osservatore primario dei comportamenti devianti di una società che ha mostrato tutte le sue fragilità.
La colonna sonora, coinvolgente e immediata, affidata a Lino Graziano, sorregge una trama fatta di spunti critici a cui i diversi partecipanti hanno dato vita con il proprio contributo emotivo e umano.
«La gente – spiega Basile – ha sostituito già il mondo delle relazioni umane con quello virtuale e le opinioni sono più spesso affidate ai social che non alla condivisione dal vivo.
Anziché scrivere sui post quello che pensavo di tutta la situazione che abbiamo vissuto e continuiamo a vivere, ho preferito utilizzare le tecniche cinematografiche digitali, incontrare le persone dal vivo e inserirle in un metaverso futuristico ma non troppo, mentre condividevamo magari il pranzo o la cena dopo la sessione di lavoro. È la mia forma di ribellione a un sistema che non mi piace. L’ho raccontato a modo mio».
KOI ZERO è un’operazione innovativa, in cui il dibattito sui temi pubblici e le tecniche che lo stesso Basile illustrerà al pubblico, sono introdotti da un prodotto assolutamente sorprendente sotto tanti punti di vista. Il primo e certamente più notevole è il coraggio e la caparbietà della fattura di un’operazione che merita il plauso del pubblico calabrese, particolarmente in un momento storico in cui il talento di tanti singoli sta emergendo prepotentemente a fronte di una non scusabile “dimenticanza” da parte dei sistemi commerciali e culturali che non hanno fin qui saputo ben operare per immettere nel circuito le personalità che di fatto emergono da sé.
Nel cast degli interpreti principali ci sono Claudia Vega, Mimmo Raoul Serratore, Giovanni Bartoletta, Valeria Sorrentino, Enza Serratore, Roberta Anania, Claudia Caruso, Laura Gigliotti.
Tanti gli altri nomi di tecnici e personalità del panorama dell’intrattenimento che hanno dato il contributo a creare l’operazione: Vincenzo Miceli, Gianfranco Caputo, Luigi Serafino Gallo, Pasquale Bartoletta, Roberta Erika Caputo, Antonello Cariglino, Daniele Sgrò, Alessandro Coppola, Nicolino Volpe, Gianluca Campagna, Federico Bagnato, Elisabetta Diaco, Daniela Dattilo, Lorenzo Miceli, Giulio Silvestris, Simona Matarazzo, Mica Iuliana Vasilica, Innocenza Mamertino, Tony Talarico, Giuseppe Donato, Stefania Cupiraggi, Giovanni Donato, Francesca Donato.
Per realizzare il film su una Lamezia Terme fantascientifica Basile ha utilizzato le persone di Lamezia Terme e dintorni e che Lamezia potevano raccontare, con le sue sfumature linguistiche e l’espressività immediata che immette nell’operazione tutta l’ironia dirompente di chi ha pensato e messo insieme un’operazione davvero degna di una estate sorprendente.
A sostenere l’impegno di Basile è il team BA17 che individua nel talento di Basile un nuovo elemento in grado di dare un apporto importante al progetto di rinnovamento dei contenuti sulla Calabria.
Il dibattito, seguito dalla proiezione del film, è programmato per martedì 12 luglio alle ore 21.00 presso il Teatro Comunale di Aiello Calabro nell’antico borgo rinascimentale che farà da cornice a una serata intensa.

Pubblicato da

Bruno Pino

Journalist, Blogger & Local History Researcher, Aspiring Photographer.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...