Quella notte di Natale del 1914

Un episodio molto commovente. È la notte di Natale del 1914. I soldati inglesi e tedeschi fanno una tregua, si incontrano e per una notte mandano a quel paese la guerra schifosa che vogliono i potenti, che tanto mica la fanno loro la guerra, la guerra la fanno i poveri cristi.

Mi piace postare il video di TV2000.it che tratta di quella notte di Natale. Poi stasera guarderò il film del 2005 “Joyeux Noel: Una Verità Dimenticata Dalla Storia” di Christian Carion.

Buon Natale

La rosa canina

Questa nella foto è la #rosacanina. Il suo nome deriva molto probabilmente, come leggiamo dal web, dalla parola greca “kynos” che significa cane, in quanto un tempo la radice della pianta veniva usata contro la rabbia.
E’ una delle piante più ricche di vitamina C in natura. Si trova anche sulle nostre montagne (Monte S. Lucerna, Monte Faeto ecc.).

Tra serio e faceto. Il selfie o meglio l’autoscatto l’ho inventato… pure io

Diverse volte sui social ho postato foto fatte anni addietro, spiegando in maniera giocosa che erano i primi, o per lo meno tra i primi selfie – o meglio autoscatti, come vuole la Crusca – realizzati con una macchinetta digitale. Il collage che posto è composto da due foto scattate a Toronto tra settembre e ottobre 2002, e da una terza scattata a Giza nel novembre 2003. Come ho detto, per scherzo mi è piaciuto e mi piace dire che sono i primi selfie. Ma a ben guardare – se si fa eccezione per il fotografo americano Robert Cornelius che si è autoscattato una foto nel 1839, e per un altro episodio del 1920, e per Lester Wisbord che dal 1981 ha collezionato centinaia di immagini insieme a persone famose -, le foto realizzate nel 2002 e 2003 dallo scrivente aspirante fotografo, con una nikon coolpix, sono certamente tra i primi autoscatti prima che i selfie invadessero i social.

Svelare bellezze, ovvero “Sui sentieri dei Castelli… scoprendo Temesa”.

Apprendiamo dall’Albo pretorio del Comune di Aiello e da quello di Cleto che è stato firmato un protocollo d’intesa finalizzato al pregetto “Sui sentieri dei Castelli… scoprendo Temesa”. Vi linkiamo le delibere di approvazione e il protocollo di intesa.

Buona lettura

Navi mute, un libro già edito lo scorso anno e poco conosciuto per l’anniversario della morte del Capitano Natale De Grazia

Profilo del Comandante Natale De Grazia (Catona, 19 dicembre 1956 – Nocera Inferiore, 12 dicembre 1995)