Lanciamo una idea di pellegrinaggio-trekking. Il sentiero che Tarquinia Ferrise percorse per portare ad Ajello le Sacre Reliquie di San Geniale Patrono della Città

“I resti mortali del martire cristiano erano stati estratti dalle Catacombe di S. Lorenzo, per ordine di Papa Alessandro VII, il 4 di maggio del 1656 e consegnati in custodia al cardinale Alderano Cybo, sino a quando non vennero concesse (atto notarile del 10 giugno 1656) alla “terra di Aiello”, dove giunsero il 26 luglio del 1667. La “capsula quadrata”, contenente le reliquie e la boccia con il sangue del martire, era partita da Roma per Napoli e consegnate a Padre Francesco da Pietramala del Monastero dei Padri Zoccolanti di Santa Maria delle Grazie a cui era destinata. Da Napoli, via mare, arrivarono ad Amantea. Depositata sulla spiaggia, fu oggetto di contesa tra alcuni amanteani che volevano appropriarsene, ed una eroica donna aiellese a nome Tarquinia Ferrise. Lì avvennero i primi miracoli: la cassa, durante il tentativo degli amanteani di sollevarla, divenne tanto pesante che solo Tarquinia riuscì a sollevare e portare ad Aiello, liberandosi, nel medesimo tempo, anche dal demonio da cui era posseduta. Qui giunta, la cassa viene portata nella Chiesa del Monastero di Santa Chiara…”.



Il brano richiama l’arrivo delle Sacre Reliquie di San Geniale Martire, Patrono di Aiello, avvenuto il 26 luglio 1667, giorno dedicato ai Santi Anna e Gioacchino. In passato avremo voluto fare una rievocazione storica dell’avvenimento, ma non ci furono le condizioni per realizzarla. Proprio stamattina però mi è venuta un’altra idea. Dal momento che come hobby insieme ad un gruppo estemporaneo di amici coltiviamo il trekking, perché non fare una sorta di pellegrinaggio lungo il sentiero che forse, immaginiamo, hanno percorso gli ajellesi nel portare i Resti del Patrono ad Ajello da Amantea, lì giunti con una nave partita da Napoli?
La data in cui svolgere questa sorta di flash mob (non organizzato da nessuno, ma ciononostante se si dovesse fare, raccomandiamo di seguire tutte le regole e gli accorgimenti anticovid) è imminente ed è quella di domenica 26 luglio. Naturalmente, se sarà possibile. Diversamente, si potrà fare in futuro.
Ecco un possibile tracciato del Cammino di Tarquinia
Da Amantea ad Aiello Calabro a piedi (o anche MTB)
  • PARTENZA – Grotta Comunale di Amantea (o spiaggia antistante) – distribuzione immaginette o ciondoli in legno con effige di San Geniale
  • salita verso il centro storico nei pressi del Convento dei Gesuiti
  • Convento San Bernardino
  • Cimitero Comunale
  • Cannavina
  • San Pietro in Amantea
  • Terrati – Fontanelle
  • Campo
  • Via Pignatari
  • Chiesa di S. Maria ad Aiello e preghiera davanti alla statua di S. Geniale – FINE TREKKING-PELLEGRINAGGIO

Km in totale? Da verificare (forse intorno ai 16-18).

Partenza ipotetica: 5 di mattina
Arrivo ipotetico: 10 di mattina
L’idea è lanciata. Ora chi vuole, la può mettere in atto.
Per approfondimenti sul Culto di San Geniale, leggi qui ==>