Fotografia. #AielloCalabro, vista dal castello

Caricamento

I G _C A L A B R I A  V I N T A G E – 7 Ottobre 2014 C A L A B R I A  V I N T A G E P H O T O | @brunopino66 F R O M | Aiello Calabro (CS) A D M I N | @rosas_74 @terry_te_ S E L E C T E D | team @ig_calabria F E A U T U R E D  T A G | #IG_CALABRIA #CALABRIA M A I L | igworldclub@gmail.com S O C I A L | Facebook • Twitter M E M B E R S | @igworldclub_officialaccount C O U N T R Y  R E Q U I R E D | If you want to join us and open an igworldclub account of your country or city, please write us or go to http://www.igworldclub.it F O L L O W S  U S | @igworldclub @ig_calabria ————————————————–

@-webkit-keyframes”dkaXkpbBxI”{ 0%{opacity:0.5;} 50%{opacity:1;} 100%{opacity:0.5;} } @keyframes”dkaXkpbBxI”{ 0%{opacity:0.5;} 50%{opacity:1;} 100%{opacity:0.5;} }

Pisl Antica Temesa. Finanziamenti per ambiente, cultura e turismo

AMANTEA (Cs) – Un milione 200 mila euro per supportare la nascita e la crescita di aziende pronte ad investire nell’ambiente, applicando i concetti dello sviluppo sostenibile, che prevede la salvaguardia delle risorse naturali in favore delle generazioni future.
«Il comune di Amantea – ha spiegato l’assessore all’ambiente Antonio Rubino – unitamente ad altri paesi dell’hinterland, è destinatario di un ingente finanziamento ricadente nei fondi Pisl che può certamente contribuire a migliorare l’attuale situazione socio – occupazionale. Nei giorni scorsi, infatti, il Dipartimento per le politiche ambientali della Regione Calabria, con decreto numero 10761/2014, ha indetto un avviso pubblico per la presentazione di progetti integrati di sviluppo locale (Pisl) dell’Asse V relativo a risorse naturali, culturali e turismo sostenibile. Nello specifico per il Pisl “Antica Temesa” è stata messa a disposizione una dotazione finanziaria di un milione 200 mila euro che potrà essere utilizzata congiuntamente anche dai comuni di Aiello Calabro, Lago e Belmonte Calabro. L’avviso in questione si rivolge soprattutto alle micro, piccole e medie imprese ricadenti nel bacino d’azione del piano».
Nello specifico potranno essere ammessi al finanziamento le seguenti tipologie di interventi: richiesta della certificazione ambientale da parte delle aziende; realizzazione di servizi per la fruizione culturale, turistica e ricettiva delle risorse naturalistiche e collegati agli interventi di conservazione e valorizzazione dei luoghi; realizzazione di aree verdi attrezzate per la ricreazione all’area aperta, orti botanici, percorsi benessere o altre tipologie di strutture dirette al miglioramento della fruizione del patrimonio ambientale; recupero di strutture non utilizzate con caratteristiche legate alle tradizioni o alla storia del territorio per l’edificazione di centri visita, punti di informazione e piccole strutture ricettive; sviluppo di attività all’interno delle micro filiere imprenditoriali nei settori dell’artigianato e delle produzioni tipiche locali, della piccola ristorazione, dei servizi turistici connessi alla gestione del patrimonio naturalistico; creazione e sviluppo di attività sportive ecocompatibili, da svolgersi all’aria aperta, quali escursionismo, arrampicata, orienteering, birdwatching, canoa, torrentismo, immersioni subacquee, vela e surf.
«Le agevolazioni – prosegue Rubino – sono concesse per un minimo di 50 mila euro e fino a 200 mila euro e comunque nella misura massima di contributo in conto capitale pari al 75 percento dell’investimento agevolabile. Ancora una volta il comune di Amantea, e per questo ringrazio il funzionario che ha seguito l’iter procedurale Maria Concetta Zagordo, riesce a raggiungere l’obiettivo prefissato: creare le condizioni più idonee per consentire il potenziamento e l’ingresso sul mercato di aziende “verdi” che traggono forza e profitto dal territorio rispettandolo dal punto di vista ecologico e ambientale».
«L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Monica Sabatino – conclude l’assessore all’ambiente – continuerà a mantenere alta l’attenzione su queste particolari tematiche. L’intercettazione di finanziamenti regionali ed europei rappresenta oggi più che mai un obbligo al quale un ente municipale responsabile non può sottrarsi. Siamo al lavoro per potenziare ulteriormente questo settore. Siamo ovviamente molto soddisfatti per ciò che è già stato fatto».

Gemellaggio tra Lago (Cs) e Salida (Colorado). A Francesco Gallo la cittadinanza onoraria del comune statunitense

LAGO (Cs) – Francesco Gallo, medico e autore di libri sull’emigrazione in America, è stato dichiarato cittadino onorario di Salida, un comune situato tra le Montagne Rocciose del Colorado, dove tra il 1885 ed il 1920, sono emigrati tanti laghitani.
Il provvedimento della municipalità statunitense, datato 2 settembre u.s., arriva dopo il viaggio di Gallo negli Usa di questa estate durante il quale si è fatto “ambasciatore” della comunità di Lago e del sindaco Cupelli, proponendo il gemellaggio tra le due cittadine.
La visita americana è stata anche l’occasione per incontrare, nella sede della biblioteca regionale, i discendenti degli emigrati laghitani, e parlare insieme a loro ed al primo cittadino Jim Dickson, del libro “The Lago-Salida Connection: Pioneers from Lago to Salida”.

Nel volume, che sinora ha avuto diverse edizioni cartacee e digitali, si racconta la vita di alcuni figli di Lago che diedero l’addio alle proprie famiglie per raggiungere altre terre straniere. Un omaggio allo spirito pionieristico di tanti suoi concittadini, che contribuirono a fare diventare Salida un paese ideale. Contattando alcuni dei discendenti dei duecentodieci laghitani arrivati nella cittadina americana, appena fondata nel 1880, l’autore ha cercato di scoprire cosa li legava affettivamente e culturalmente al paese d’origine, visto che Salida ancor oggi è un paese che richiama la morfologia territoriale di Lago, con la vallata solcata da un fiume e circondata da montagne e foreste. Oggi, Salida conta circa 5300 abitanti dei quali circa 400 sono i discendenti (7,5% della popolazione totale) di quei primi pionieri laghitani.
***
Francesco Gallo è laureato in Biologia presso la St. John’s University di New York ed in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova, si è Specializzato in Psichiatria presso l’Università di Padova, già Professore a Contratto all’Ateneo padovano e alla University of Maryland (USA), è  Socio dell’Accademia Cosentina e della Deputazione Storia Patria per la Calabria. Recentemente ha ricevuto l’Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana e la Cittadinanza Onoraria della Città di Salida (Colorado) USA.
Ha pubblicato, sinora: la “Guida storico-culturale di Lago e il Dizionario dialettale Laghitano-Italiano-Inglese” (2004), “Laghitani nel Mondo” (2007), “Le Grandi Famiglie di Lago” (2009), “I Grandi Medici Calabresi” (2012), e recentemente “Le Grandi Famiglie di Aiello Calabro ed Emigrazione negli USA e nel Canada dal 1880 al 1930” (2014)  sia in italiano che in inglese.

RASSEGNA STAMPA

Gemellaggio tra Lago (Cs) e Salida (Colorado). A Francesco Gallo la cittadinanza onoraria del comune statunitense

LAGO (Cs) – Francesco Gallo, medico e autore di libri sull’emigrazione in America, è stato dichiarato cittadino onorario di Salida, un comune situato tra le Montagne Rocciose del Colorado, dove tra il 1885 ed il 1920, sono emigrati tanti laghitani.
Il provvedimento della municipalità statunitense, datato 2 settembre u.s., arriva dopo il viaggio di Gallo negli Usa di questa estate durante il quale si è fatto “ambasciatore” della comunità di Lago e del sindaco Cupelli, proponendo il gemellaggio tra le due cittadine.
La visita americana è stata anche l’occasione per incontrare, nella sede della biblioteca regionale, i discendenti degli emigrati laghitani, e parlare insieme a loro ed al primo cittadino Jim Dickson, del libro “The Lago-Salida Connection: Pioneers from Lago to Salida”.
Nel volume, che sinora ha avuto diverse edizioni cartacee e digitali, si racconta la vita di alcuni figli di Lago che diedero l’addio alle proprie famiglie per raggiungere altre terre straniere. Un omaggio allo spirito pionieristico di tanti suoi concittadini, che contribuirono a fare diventare Salida un paese ideale. Contattando alcuni dei discendenti dei duecentodieci laghitani arrivati nella cittadina americana, appena fondata nel 1880, l’autore ha cercato di scoprire cosa li legava affettivamente e culturalmente al paese d’origine, visto che Salida ancor oggi è un paese che richiama la morfologia territoriale di Lago, con la vallata solcata da un fiume e circondata da montagne e foreste. Oggi, Salida conta circa 5300 abitanti dei quali circa 400 sono i discendenti (7,5% della popolazione totale) di quei primi pionieri laghitani.
***
Francesco Gallo è laureato in Biologia presso la St. John’s University di New York ed in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova, si è Specializzato in Psichiatria presso l’Università di Padova, già Professore a Contratto all’Ateneo padovano e alla University of Maryland (USA), è  Socio dell’Accademia Cosentina e della Deputazione Storia Patria per la Calabria. Recentemente ha ricevuto l’Onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana e la Cittadinanza Onoraria della Città di Salida (Colorado) USA.
Ha pubblicato, sinora: la “Guida storico-culturale di Lago e il Dizionario dialettale Laghitano-Italiano-Inglese” (2004), “Laghitani nel Mondo” (2007), “Le Grandi Famiglie di Lago” (2009), “I Grandi Medici Calabresi” (2012), e recentemente “Le Grandi Famiglie di Aiello Calabro ed Emigrazione negli USA e nel Canada dal 1880 al 1930” (2014)  sia in italiano che in inglese.

RASSEGNA STAMPA