Aiello. Un S. Geniale a Praca, dono dell'artista Nahid Hagigat

AIELLO CALABRO – Nella cosiddetta “vota” che affaccia su piazzetta del Popolo, meglio conosciuta come “a Praca” (dal greco praxos, roccia), antico quartiere della cittadina, centro commerciale, artigianale e sociale del paese, una volta c’era una effige sacra, che poi il tempo ha provveduto a cancellare. In quella stessa rientranza, sopra una vecchia porticina che ha ospitato tante “putighe artigianali”, dallo scorso lunedì pomeriggio c’è una immagine di San Geniale, patrono degli Aiellesi.
Con una sobria e partecipata cerimonia, alla presenza del sindaco Iacucci e del parroco don Bamba, è stata inaugurata e benedetta l’opera, un olio su tela, della pittrice newyorchese Nahid Hagigat. L’artista, che lo scorso anno aveva fatto visita alla nostra cittadina – ospite dell’amica Afi Alemo Hammad, una signora di origini iraniane che anni fa aveva acquistato e ristrutturato casa a Praca -, si era innamorata della statua settecentesca di S. Geniale, l’aveva fotografata, e ne ha poi creato un’opera pittorica.  La signora Afi, che per conto della Hagigat ha donato l’opera, ha spiegato il gesto come un omaggio alla comunità aiellese tutta e al suo Santo Patrono.
San Geniale, per chi non ne conoscesse la storia che lo lega ad Ajello, è un giovane martire  delle persecuzioni romane, le cui reliquie, estratte dalle catacombe di S. Lorenzo in Roma, giunsero ad Ajello nel 1667 per l’interessamento del Cardinale Alderano Cybo, fratello di Alberico II Principe di Massa e Duca di Ajello. A fine settecento, la cassettina con le Reliquie fu allocata sotto la pregevole statua del Patrono, oggetto del ritratto della Hagigat, che da ora in poi incrocerà lo sguardo di chi transiterà dalla antica “vinella”.
(Testo aggiunto il 29 agosto 2012)

Lago. Madonna delle Grazie 2012. Il 29 agosto inizia il Novenario

LAGO – La comunità laghitana si prepara alla festa dedicata alla Madonna delle Grazie. Parte il 29 agosto, con l’inizio del Novenario nel Santuario di località Margi, la programmazione degli appuntamenti religiosi e civili che culmineranno nelle due giornate festive del 7 e 8 settembre prossimi.
Il luogo di culto, che quest’anno compirà il trentesimo anno della sua elevazione a Santuario avvenuta nel 1982, accoglierà i numerosi fedeli della cittadina e del circondario. La primitiva chiesa sorgeva in valle Roppi. In seguito a smottamenti e terremoti, venne ricostruita nel rione Laghitello e poi in contrada Margi, dove il parroco del tempo, don Carlo Carusi, aveva acquistato un pezzo di terreno. Su richiesta di don Federico Faraca, parroco di Lago, l’Arcivescovo di Cosenza-Bisignano, Dino Trabalzini, l’8 settembre 1982 elevava a Santuario Mariano la chiesa di Margi.
Reso noto il programma delle iniziative religiose e civili, curato dalla Parrocchia retta dal Sac. Don Alfonso Patrone, e dal Consiglio pastorale.
Tra gli appuntamenti di rilievo: il 31 agosto 2012 ore 16:40 ora di spiritualità in collegamento con Radio Maria; e lunedì 3 settembre 2012 alle ore 18:30 per la Cresima che sarà amministrata dal Padre Arcivescovo Mons. Nunnari, il quale inaugurerà pure l’anno giubilare del santuario mariano. Novità di questa edizione, la possibilità per gli emigrati di seguire in diretta streaming, dalle 18, il novenario in onore della Madonna delle Grazie sui siti www.perlago.it e www.parrocchialago.it.
Per quanto riguarda le manifestazioni esterne, i Sabatum Quartet si esibiranno il 7 settembre sera, nel corso della seconda fiera enogastronomica “Sapori di altri tempi”; mentre per l’8, sul palco di Margi salirà in noto cantautore italiano, Simone Tomassini. A fine serata, spettacolo pirotecnico “fantasy in the sky”.

Apprezzamenti del presidente Napolitano per un saggio su Salfi di Gaetanina Sicari Ruffo

Apprezzamenti del Presidente della Repubblica Napolitano per l’interessante articolo “Il patriottismo di Francesco Saverio Salfi, tra pensiero ed azione”, della giornalista e scrittrice (e collaboratrice di questo Blog) Gaetanina Sicari Ruffo, pubblicato sul Bollettino della Biblioteca Calabrese Rogerius, di giugno scorso, a. XV, edita a Soriano Calabro.
In alto, copia della lettera della segreteria del Consigliere a firma di Pasquale Cascella.

Cliccare sulle immagini per ingrandire e leggere

Milano. Da settembre torna all'Isola la stecca degli artigiani, un nuovo incubatore per l'arte. Al progetto partecipa anche l'artista Magli

Milano, 27 luglio 2012 – Nel 2007 erano state sfrattate. Dopo 5 anni di attesa, le Associazioni della Stecca degli Artigiani (Ada Stecca) avranno da settembre una nuova sede concessa dal Comune di Milano in comodato d’uso gratuito in via De Castillia 21, dove potranno svolgere attività culturali e artigianali rivolte alla cittadinanza. “Finalmente siamo giunti alla fine di un lungo percorso – hanno dichiarato gli assessori all’Urbanistica Ada Lucia De Cesaris e al Demanio Lucia Castellano –: le associazioni del quartiere avranno di nuovo una sede che potrà ospitare le iniziative per il quartiere e per la città”. Le associazioni coinvolte nell’Incubatore per l’Arte sono: Apolidia, Architetti Senza Frontiere, Cantieri Isola, ciclofficina +bc, Isola Critica, La compagnia del parco-circolo Legambiente, AIAB (Associazione Italiana per l’Agricoltura Biologica), Controprogetto. Partecipa al progetto anche il pittore Francesco Magli.