Aiello Calabro, questioni di memoria e toponomastica. La figura di Luigi de Seta al quale è intitolato il corso principale della cittadina

L’On. De Seta
AIELLO CALABRO – Non tutti conoscono i personaggi ai quali è intitolata una piazza, una via, uno slargo. Capita, a volte, che non si sappia chi era e per quale motivo da quella personalità della storia, nazionale o locale, abbia preso il nome il corso principale di un paese, di una città. E’ il caso di corso Luigi de Seta, ad Aiello Calabro (Cs). 
La Redazione del Blog, per delineare la figura dell’ingegnere e Deputato originario di Intavolata, comune di Acquappesa (Cs) ha chiesto ad uno dei discendenti, il giudice Glauco de Seta – che si ringrazia per la disponibilità e la cortesia dimostrate – una dettagliata nota biografica, tratta dal libro “Una famiglia normale”.

Il Corso L. De Seta ad Aiello in una immagine d’epoca
La commemorazione del Consiglio comunale di Ajello per la morte di de Seta (2 luglio 1914)
in Cronaca di Calabria del 23.07.1914

Aiello, convocato il Consiglio. All'esame dell'Assise, tra gli altri, salvaguardia degli equilibri di bilancio, Consiglio dei ragazzi e mozione Bergamini

AIELLO CALABRO – Convocato per il 30 settembre p.v. il Consiglio comunale. La seduta, in prima convocazione, si terrà alle 17.30 presso l’ex Pretura.



Ecco i punti all’ordine del giorno:
  1. Approvazione verbali seduta precedente;
  2. Ratifica delibera di variazione al bilancio 2010 numero 44 del 27.05.2010;
  3. Ratifica delibera di variazione al bilancio 2010 numero 75 del 5.08.2010;
  4. Salvaguardia degli equilibri di bilancio e stato di attuazione dei programmi 2010;
  5. Concessione suolo proprietà comunale condono edilizio Legge 326/2003;
  6. Su proposta dell’assessore alla Pubblica Istruzione Lucia Baldini: Istituzione Consiglio Comunale dei Ragazzi;
  7. Mozione Bergamini.
N.B. Rileviamo che tra i punti da discutere ed approvare non è presente la modifica allo Statuto comunale per la gestione pubblica dell’acqua, proposta avanzata dal Comitato civico “Valle Oliva. Terre a perdere” (Area org. prot. generale N° Prot. 0002263 dell’11/06/2010). Il Comitato civico aveva chiesto al Sindaco ed all’intero Consiglio «di adottare provvedimenti atti a scongiurare che l’acqua pubblica diventi una merce privata su cui speculare, apportando delle modifiche alla Statuto comunale dove si riconosca che il Servizio Idrico Integrato sia un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica, in quanto servizio pubblico essenziale per garantire l’accesso all’acqua per tutti e pari dignità umana a tutti i cittadini (…)».
Una proposta che l’Amministrazione comunale ha ritenuto di non dovere ancora valutare. Ne prendiamo atto.

Qui di seguito, invece, vi proponiamo, dal momento che è uno dei punti trattati, lo schema di Regolamento del Consiglio Comunale dei Ragazzi, approvato dalla Giunta municipale nel lontano 2001. In seguito, furono apportate delle variazioni ed ora, finalmente, l’approvazione da parte del Consiglio comunale.

http://d1.scribdassets.com/ScribdViewer.swf?document_id=38407330&access_key=key-10mymv5f1rgvczc9dqvz&page=1&viewMode=list

Aiello Calabro. Quasi terminata la via d'accesso al Castello medioevale

La stradina che porta al castello
Il castello in una foto di fine ‘800
AIELLO CALABRO – Tra qualche settimana, dovrebbe essere terminata la stradina d’accesso che porta al castello. I lavori (committente il Comune di Aiello Calabro), finanziati anni fa per 240 mila euro, e in via di realizzazione dalla ditta Rizzuti (Progettisti Mazza, Simone), erano iniziati in data 11 febbraio 2008. Il recupero, la messa in sicurezza, e la valorizzazione degli impianti di accesso all’antico maniero hanno riguardato la pavimentazione del viottolo e l’illuminazione sino alla prima porta d’ingresso, nei pressi della torre quadrata.
Qui di seguito, riportiamo una scheda curata da Luisa Caridi sul castello di Aiello Calabro pubblicata su Calabria Sconosciuta (n° 125-126 di gennaio – giugno 2010) che ringraziamo; e alcuni post precedenti che riassumono la storia del castello, e la controversia – poi risolta – tra la famiglia proprietaria ed il comune che ha fatto dilazionare i tempi di intervento.

http://d1.scribdassets.com/ScribdViewer.swf?document_id=38320709&access_key=key-nr5wy2gjf8kl315qw61&page=1&viewMode=list

POST PRECEDENTI SULL’ARGOMENTO
11 maggio 2009
26 febbraio 2008

"Il voto alle donne" della scrittrice Sicari Ruffo, tra i premiati del concorso letterario internazionale Archè

Sabato 25 settembre presso il Museo Storico dell’Aeronautica Militare alle ore 15,30 si è tenuta la Cerimonia conclusiva della VIII Edizione del Concorso Letterario Internazionale Archè “Anguillara Sabazia Città d’Arte 2010”.
Tra i vincitori del Premio Selezione Saggistica Edita, c’è la scrittrice e giornalista Gaetanina Sicari Ruffo (collaboratrice di questo Blog), per il libro “Il voto alle donne” La lunga lotta per il suffragio femminile tra Ottocento e Novecento (Mond&Editori).

Un importante riconoscimento
Nella motivazione, che riportiamo integralmente, “La Giuria ha inteso conferire questo riconoscimento che intende premiare gli autori distintisi per l’alto interesse culturale, forza narrativa e comunicativa. Una valida testimonianza della vitalità della odierna saggistica italiana”.

Leggi i post precedenti:

Link:
(Scheda del volume; intervista all’autrice di M. Rossi; e recensione di L. Grisolia)