Uffici Stampa: il Sindacato Giornalisti della Calabria continua il monitoraggio

FNSI-SGC
COMUNICATO STAMPA 
REGGIO CALABRIA – Dopo gli insediamenti dei dipartimenti uffici stampa presso il Sindacato dei Giornalisti della Calabria e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana, una delegazione del sindacato nazionale ha incontrato il Presidente dell’Aran, avv. Massella. A darne notizia, il segretario regionale del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, componente la Giunta Esecutiva della Federazione Nazionale della Stampa, il quale insieme alla vicesegretaria regionale Tiziana Murgia, ha potuto raccogliere le prime notizie e novità che riguardano il dipartimento nazionale. La notizia più importante resa nota dalla Fnsi è quella della sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra la stessa e i sindacati confederali di categoria (funzione pubblica). Questa sottoscrizione rappresenta un passo deciso per la definizione del profilo professionale degli addetti agli uffici stampa oltre ad aprire la strada per le prossime trattative tra l’Aran e la Fnsi. Dal protocollo pare scaturisca definitivamente la volontà di applicare in pieno il dettato della normativa di settore (Legge 150/2000). Ed è stato proprio il protocollo sottoscritto dalla Fnsi e dai sindacati di categoria l’argomento illustrato dalla delegazione al Presidente dell’Aran. Quest’ultimo si è complimentato per il primo risultato raggiunto e ha confermato l’impegno dell’Aran a promuovere e sostenere gli ulteriori sviluppi. Il dipartimento calabrese esprime il proprio compiacimento ed accoglie con entusiasmo il passo decisivo raggiunto augurando ulteriori approfondimenti per le trattative successive con l’Aran. Nel contempo, Parisi ricorda che a livello locale prosegue l’attività di supporto per tutti i giornalisti che operano nel settore dell’informazione delle pubbliche amministrazioni. E’, infatti, tuttora in corso il censimento del territorio calabrese al fine di sensibilizzare le amministrazioni pubbliche che non si sono ancora dotate delle figure professionali previste dalla Legge 150/2000 in materia di comunicazione pubblica. Infatti, il sindacato ha provveduto ad inviare un questionario dettagliato a tutti i giornalisti iscritti. Come già ricordato, questo consentirà al sindacato di proporre soluzioni che potranno portare, oltre che alla tutela della situazione lavorativa di chi già opera in questo settore, anche alla creazione di nuovi posti di lavoro per colleghi giornalisti. E’ stato annunciato, inoltre, un prossimo incontro ristretto per tutti coloro i quali intendono partecipare a tale monitoraggio per poter trarre le conclusioni e proporre nuove iniziative tese al miglioramento della situazione professionale dei colleghi che si occupano di ufficio stampa. 
Reggio Calabria, 31 Ottobre 2008
***
Qui di seguito il questionario da compilare e spedire al Sindacato dei Giornalisti della Calabria
MONITORIAMO LA CALABRIA DEGLI UFFICI STAMPA

Federazione Nazionale Stampa Italiana

SINDACATO DEI GIORNALISTI DELLA CALABRIA

Questionario

FIGURE PROFESSIONALI GIORNALISTICHE ALL’INTERNO DEGLI UFFICI STAMPA DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 

Nome  
cognome  
Indirizzo  
Numero di telefono  
fax  
e-mail  

 

a)      Sei iscritto all’Ordine dei Giornalisti? SI NO
b)      Se sì, sei iscritto al Sindacato?                                                   SI NO
c)      Sei interessato ad iscriverti                                                        SI NO

 

Tipo di contratto professionale:

a) Giornalistico: specificare se a tempo indeterminato o determinato   tempo indeterminato
  tempo determinato
b) Pubblico impiego
c) Collaborazione
d) Consulenza

 

Il contratto prevede i contributi all’Inpgi, lIstituto nazionale di previdenza dei giornalisti? SI NO
E alla Casagit, per l’assistenza sanitaria?                                                                                    SI NO

Tipo di qualifica:

a)      Addetto stampa
b)     

Capoufficio stampa

c)      Dirigente
d)      Altro (indicare)  

 
 

ENTE PUBBLICO DI APPARTENENZA: 

 
 

STRUTTURA DELL’UFFICIO STAMPA:

 

  1. L’ente dispone di un ufficio stampa ?

 

    a)

    SI

    b)      NO

 

  1. Se sì, da prima o dopo l’approvazione della legge 150 sugli uffici stampa?

 

    PRIMA

    DOPO

   

  1. E’ inserito nella pianta organica dell’ente?

 

    SI NO

 

  1. Quali di queste competenze svolge?

 

    a) Di redazione giornalistica
    b) Di ufficio stampa
    c)      Di ufficio relazioni esterne
    d)      Altro (indicare)  

 

  1. Chi lavora nell’ufficio stampa?

    a)      Esclusivamente personale interno
    b)      Personale in parte interno e in parte esterno
    c)      Solo consulenti esterni

 
 
 
 
 
 
 

  1. Da quante persone è composto e con quali qualifiche?

 

    N° Persone

     
    Qualifiche  

 
 

  1. Come viene certificata la presenza in ufficio?

 

     

 
 

  1. Come sono regolamentati i servizi esterni?

 

    Regolamentazione servizi esterni

     

 
 

  1. Sono riconosciuti gli straordinari?

 

    Straordinari

    SI

    NO
    IN CHE MISURA
     

 
 

STRUMENTI:

 

  1. Quali materiali ha pubblicato l’ufficio stampa nel corso dell’ultimo anno:

 

    a) comunicati
    b)   riviste
    c) bollettini sull’attività dell’organizzazione
    d) opuscoli illustrativi dell’attività o di particolari iniziative dell’organizzazione
    e) materiale promozionale (spot, manifesti, video)
    f) audiovisivi su temi attinenti il proprio campo di intervento
    g)   materiale di documentazione o formazione
    h) volumi o testi di ricerca
    i)  pagine web per internet
    j) altro (indicare)  

 
 

Quali attività ha realizzato l’ufficio stampa, nell’ultimo anno, sui prodotti della comunicazione?

 

    a) rassegna stampa dei comunicati emessi
    b) rassegna stampa degli articoli di attinenza al proprio ente
    c) rassegna stampa delle agenzie di informazione

 
 
 
 

  1. L’ente dispone di un sito internet?

    a)     
    b) No

 
 

  1. (Se sì), l’ufficio stampa vi è presente con un suo spazio?

 

     

 
 

  1. Se esiste il sito internet, da chi è stata curata la realizzazione?

 

    a) Ufficio stampa
    b) Personale esterno

 
 

  1. Da chi viene curato l’aggiornamento?

    a) Ufficio stampa
    b) Personale esterno

 

L’ufficio stampa dispone di un budget annuale preventivo?

    a)     
    b) No

 

PROBLEMI:

Quali sono i problemi o i vincoli che limitano ancora il vostro lavoro nell’ufficio stampa?

    a)  Nessun vincolo o problema
    b) Scarse competenze complessive
    c)   Pochi strumenti a disposizione (abbonamento internet, fax)
    d) Scarse risorse finanziarie
    e)   Scarso numero di addetti
    f) Poco tempo a disposizione
    g) Difficoltà di accesso ai mass media
    h) Difficoltà organizzative interne
    i) Prevalenza delle attività ordinarie extracomunicazione
    j)    Scarsa sensibilità e interesse da parte degli operatori dei mass media verso i temi proposti dall’ente
    k)   Difficoltà da parte delle strutture interne all’ente di appartenenza di comprendere l’importanza della comunicazione
    l)  Altro (indicare)

 

Con questo vi autorizzo, ai sensi della legge 196/2003, al trattamento dei miei dati personali, non cedibili a nessun altro soggetto senza mia autorizzazione.

 
 

                                                                                                                                  firma

 
 

Da inviare a: Sindacato dei Giornalisti della Calabria – Via Biagio Camagna 28

89125 Reggio Calabria – E-mail: sgcalabria@libero.it – Fax 096532717


CALABRIA/REGIONE: LOIERO, EMIGRATO E' UNA RISORSA

Fonte Asca

Cosenza, 31 ott – ”L’emigrato calabrese e’ una risorsa umana e culturale e come Regione bisogna attrezzarsi per rafforzare quel filo sentimentale che lo lega alla terra d’origine”. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, intervenendo nel corso dell’Assemblea della Consulta regionale dell’Emigrazione, che ha portato a Cosenza i delegati delle comunita’ calabresi sparse nel mondo.
Dopo avere ricordato le ristrettezze in cui si muove il bilancio della Regione, che non permette grandi investimenti nel settore, Loiero ha annunciato che assieme all’assessore Damiano Guagliardi, si sta mettendo mano a un programma di azioni con cui si cerchera’ di dare risposte immediate ai bisogni esposti negli interventi dei consultori.
”Per me si tratta di un tuffo in un mondo che ho conosciuto fin dall’infanzia – ha detto Loiero – e che ancora mi coinvolge emotivamente. Conosco quante sofferenze, quanto sentimenti e quante speranze ci sono dietro i freddi numeri dei dossier sul fenomeno emigratorio. Uno o mille che siano, ovunque si trovino i calabresi sono fortemente legati alla propria terra, che vorrebbero grande e migliore. E bisogna fare leva su questo attaccamento per sviluppare politiche, che valorizzino il potenziale umano e sociale da essi rappresentato”.
Loiero, che ha ringraziato per il calore dell’accoglienza che ha avuto nella sua recente visita negli Usa e in Canada, ha sottolineato che ”i legami tra luoghi di partenza e paesi di accoglienza sono le cose piu’ sacre”. Il presidente si e’ impegnato ad avviare al piu’ presto un sito web, dedicato alla rete dell’emigrazione calabrese nel mondo e a verificare la possibilita’ di pubblicare nuovamente un periodico dedicato agli emigrati. E soprattutto ha assicurato che si sta gia’ lavorando per dare un ruolo piu’ attivo e partecipativo ai consultori, proprio nell’ottica di rinsaldare i contatti”.

Case Aterp Patricello. Il sindaco Perri: "Il bando entro novembre".

Fonte: Il Quotidiano della Calabria del 29.10.08, pag. 30
AIELLO CALABRO – Le Case Aterp di località Patricello, due corpi di fabbrica per un totale di 8 alloggi di edilizia residenziale pubblica, sono oramai a buon punto. Mentre ancora non sono stati appaltati i lavori per il completamento di altri 6 appartamenti, situati a pochi metri dai primi.
Abbiamo chiesto lumi al sindaco Gaspare Perri per sapere come è lo stato dell’arte e per dare conto ad alcune segnalazioni giunte in redazione, secondo le quali si temporeggerebbe nell’assegnazione delle case per farla coincidere con la campagna elettorale delle prossime amministrative di primavera.

Il primo cittadino ha subito chiarito che per l’assegnazione degli alloggi ci sarà, come peraltro prevede la legge regionale 32/96, una commissione apposita formata da un organo collegiale composto, tra gli altri, anche da un magistrato. Perri ha pure spiegato che i lavori relativi agli 8 alloggi non sono ancora stati consegnati dalla ditta esecutrice all’Agenzia del Territorio di Cosenza che ha stipulato una convenzione con il comune. Mancano infatti ancora gli allacci a luce, gas e acqua. Sebbene non si sia sbilanciato più di tanto, il sindaco ha comunque assicurato che entro il mese di novembre, sarà emesso il bando di concorso per la formazione della graduatoria degli aspiranti. Da quanto siamo riusciti a sapere, però, tra graduatorie provvisorie, possibili ricorsi, e definitive assegnazioni, probabilmente passerà ancora del tempo prima che i cittadini che ne hanno la necessità possano finalmente disporre di una casa decente.

***

Intanto, sempre per restare in località Patricello, sono state quasi completate le case baraccate (Ex Eca) costruite dal Comitato milanese Pro Calabria all’indomani del terremoto del 1905 ed inaugurate proprio il 27 ottobre del 1907. A distanza di 101 anni, il progetto di recupero degli immobili dell’amministrazione risalente al 1998, è finalmente in dirittura d’arrivo. Su cinque corpi di fabbrica rimanenti (ognuno di 4 appartamenti), oggi ne sono stati recuperati 4 ed in parte già assegnati. Ne manca un quinto i cui lavori sono tuttora in corso.
Type the rest of your post here.

Si riunisce la Consulta dei Calabresi nel Mondo

Fonte Regione Calabria

Oggi pomeriggio all’hotel “Europa” di Roges di Rende si riunirà il Comitato direttivo della Consulta e saranno costituiti i tavoli di lavoro su tre temi in particolare: le modifiche alla legge regionale 33/04; le proposte operative sull’art.13 e su giovani e comunicazioni. 

I lavori della Consulta si apriranno, invece, giovedì trenta alle ore dieci e proseguiranno per l’intera giornata. Saranno aperti dai sindaci di Rende e Cosenza. E’, quindi, previsto l’intervento del Presidente della Regione Agazio Loiero e, subito dopo, quelli dell’Assessore al Turismo Damiano Gagliardi e del Dirigente generale del Dipartimento Presidenza Giuseppe Fragomeni. Alla relazione del Dirigente del Settore Antonino Musolino seguirà il dibattito. Nel pomeriggio, presentazione dei lavori sviluppati dalle tre commissioni ed approvazione del piano per il 2008.