L'Udc locale e l'On. M. Trematerra incontrano i cittadini

AIELLO CALABRO – L’Udc locale e l’On. Michele Trematerra, capogruppo del partito alla regione Calabria, hanno incontrato nei giorni scorsi i cittadini di Aiello Calabro.
Durante il meeting, presieduto dal commissario Andrea Bruni, sono stati affrontati diversi temi. In particolare, Bruni ha ricordato alcune battaglie condotte dall’On. Trematerra nella sua attività di consigliere regionale, come quella per la cardiochirurgia a Cosenza e il ddl relativo alla questione delle morti bianche.
Nel suo intervento, Trematerra ha illustrato ai molti giovani presenti all’incontro le altre iniziative del partito regionale. Come per esempio quella che vede come primo firmatario Roberto Occhiuto e che consentirà quest’anno a 500 eccellenze calabresi di essere impiegate negli enti locali.
Il capogruppo regionale, poi, ha evidenziato l’importanza di “fare squadra” per arrivare a soluzioni concrete. Infine, ha affermato di essere pronto per prepararsi ad assumere la leadership del partito in Calabria.

SGC-FNSI: in ferie dal 4 al 26 agosto

Riceviamo e pubblichiamo
Comunicato SGC-FNSI

Il Sindacato dei Giornalisti della Calabria comunica che i propri uffici e quelli dell’Inpgi e della Casagit, ospitati presso la Sede di Via Biagio Camagna 28 a Reggio Calabria, resteranno chiusi per ferie estive da Lunedì 4 Agosto a Martedì 26 Agosto. Tutte le attività riprenderanno Mercoledì 27 Agosto.

Il Sindacato dei Giornalisti Calabresi solidale con Pantano

Riceviamo e pubblichiamo
Comunicato stampa SGC-FNSI

REGGIO CALABRIA – “Sempre più spesso, in Calabria, gli operatori dell’informazione vengono presi di mira col chiaro intento di voler mettere loro il bavaglio”. Nell’esprimere la piena solidarietà dei giornalisti calabresi ad Agostino Pantano, responsabile della redazione di Gioia Tauro del quotidiano “Calabria Ora”, il segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, condanna, così, “l’ennesima intimidazione di chiaro stampo mafioso nei confronti della stampa”.
L’intimidazione ad Agostino Pantano, cui ignoti hanno squarciato le gomme dell’autovettura parcheggiata nei pressi della redazione del giornale, aggrava infatti il pesante clima nel quale sono costretti a lavorare gli operatori dell’informazione calabrese. Il Sindacato dei Giornalisti della Calabria rivolge un pressante appello alle forze di polizia affinché, al più presto, “si faccia piena luce su questo nuovo atto intimidatorio, perpetrato ai danni di un giornalista, individuando i responsabili, per restituire fiducia e serenità ai cittadini ed a quanti si sforzano quotidianamente, con enormi sacrifici, a tenerli informati”.

La SS. Aiello ingaggia l'allenatore Mario Scarnato

AIELLO CALABRO – Proseguono i preparativi della SS. Aiello Calabro per il prossimo campionato dilettanti che la squadra di Patron Antonio Rossi disputerà in Prima categoria nel girone B.

Dopo un periodo, poi superato, in cui si era temuto che la società, per una serie di ragioni, volesse mollare tutto, arriva l’ingaggio per mister Mario Scarnato che prenderà il posto dell’uscente Orlando Rizzo. Il tecnico che guiderà l’undici rossoblù è stato di recente allenatore del Tarsia e dell’Aprigliano.

Caso licenziamenti Telespazio Calabria. Interviene il Sindacato Giornalisti Calabria

Riceviamo e pubblichiamo
Comunicato stampa della Federazione Nazionale Stampa Italiana – SINDACATO DEI GIORNALISTI DELLA CALABRIA – REGGIO CALABRIA

REGGIO CALABRIA – Una televisione senza giornalisti non può pensare di continuare a fare informazione o beneficiare di contributi o concessioni pubbliche. Il segretario del Sindacato dei Giornalisti della Calabria, Carlo Parisi, richiama l’attenzione del presidente del Corecom Calabria, Francesco Crifò Gasparro e del presidente del Consiglio Regionale della Calabria, Giuseppe Bova, sull’emittente televisiva “Telespazio”, che ha licenziato collettivamente 16 degli ultimi 24 lavoratori rimasti. Tra i destinatari dei licenziamenti figurano, infatti, gli ultimi due giornalisti che vanno ad aggiungersi ai sei licenziati lo scorso anno. Tra i redattori, l’unico non licenziato rimane, in pratica, lo stesso presidente del Consiglio d’Amministrazione, il pubblicista Tony Boemi, che ha firmato i licenziamenti e risulta assunto a tempo pieno come direttore responsabile. La procedura attivata dall’azienda, che prevede il recesso dei rapporti di lavoro nel periodo compreso tra il 29 agosto ed il 28 settembre prossimi, è stata già duramente contestata dal Sindacato dei Giornalisti della Calabria che, in occasione della riunione per un esame congiunto tenutasi il 6 giugno scorso presso l’Assessorato regionale al Lavoro, ha denunciato che “applicandosi nell’azienda il contratto nazionale di lavoro giornalistico Fieg-Fnsi, è necessario rispettare le procedure fissate nel protocollo di consultazione sindacale”. Ribadendo la netta opposizione allo smantellamento della redazione giornalistica, già ridotta al lumicino, il Sindacato dei Giornalisti della Calabria afferma che se l’azienda dovesse procedere al licenziamento degli ultimi due giornalisti attualmente in forza non potrebbe più fare informazione giornalistica. A tal proposito, il sindacato diffida l’azienda ad utilizzare personale esterno alla redazione per la produzione di programmi di informazione giornalistica, telegiornali e trasmissioni di informazione. Considerato che tra le motivazioni utilizzate dall’azienda per giustificare i licenziamenti, figura la mancata attribuzione del contributo Corecom per gli anni 2005, 2006, 2007, il Sindacato dei Giornalisti della Calabria invita il presidente Crifò Gasparro a tenere presente che l’azienda ha smantellato la redazione giornalistica ed aveva assicurato che, in caso di corresponsione del contributo, avrebbe riassunto i licenziati. Al presidente del Consiglio Regionale della Calabria, il Sindacato dei Giornalisti chiede, invece, se intende mantenere la concessione dei locali destinati ad uso redazione, all’interno del Palazzo del Consiglio Regionale della Calabria, ad un’emittente televisiva che ha licenziato tutti i giornalisti.
Il Sindacato dei Giornalisti della Calabria è, comunque, impegnato al fianco dei lavoratori di Telespazio, per l’impugnazione dei licenziamenti in difesa degli ultimi posti di lavoro rimasti e per scongiurare la definitiva dequalificazione del servizio offerto ai cittadini.